Referendum del 17 aprile: diritto di voto per i cittadini temporaneamente residenti all’estero

In vista del referendum popolare abrogativo sulle trivellazioni in mare, per il quale nella riunione del Consiglio dei Ministri del 10 febbraio 2016 è stata deliberata la data di votazione del 17 aprile 2016, si evidenzia che viene riconosciuto il diritto al voto per corrispondenza nella circoscrizione estero agli elettori italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche (e per i loro familiari) si trovino temporaneamente all’estero per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricada la data di svolgimento della medesima consultazione elettorale.

L’opzione per il voto per corrispondenza:

◾deve pervenire al Comune d’iscrizione nelle liste elettorali entro il 26 febbraio 2016, e comunque entro i 10 giorni successivi alla data di pubblicazione del decreto di convocazione dei comizi elettorali del 15 febbraio 2016 (Gazzetta Ufficiale serie generale, n. 38 del 16 febbraio 2016), mediante posta, telefax, posta elettronica anche non certificata o recapitata a mano anche da terza persona.

◾può essere redatta su carta libera e deve necessariamente essere corredata da copia di documento di identità valido dell’elettore; in ogni caso deve contenere l’indirizzo postale estero cui andrà inviato in plico elettorale, oltre ad una dichiarazione attestante il possesso dei requisiti di elettorali.

Per informazioni è possibile contattare l’ufficio elettorale del Comune di Pioltello al numero di telefono 02 92366257, oppure tramite mail all’indirizzo protocollo@pec.comune.pioltello.mi.it

(Visited 133 times, 1 visits today)

Be the first to comment on "Referendum del 17 aprile: diritto di voto per i cittadini temporaneamente residenti all’estero"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com