Cineforum: “45 anni”, un film sull’amore e lo scorrere del tempo

45 anni di vita matrimoniale: un bel traguardo che Kate e Geoff, una coppia benestante della provincia inglese, sono in procinto di raggiungere. Ma proprio mentre i due stanno organizzando i preparativi per i festeggiamenti dell’anniversario, arriva una lettera sconvolgente indirizzata a Geoff. Un ghiacciaio delle Alpi svizzere ha riportato alla luce un fantasma del passato: è il corpo della ex fidanzata dell’uomo, morta oltre cinquant’anni prima in un incidente di montagna, ritrovato congelato e perfettamente conservato in tutta la sua giovinezza e bellezza.

Lo svelamento del corpo della ex sembra improvvisamente riportare alla luce come Geoff non abbia mai superato quel rapporto e dopo il ritrovamento il suo umore cambia repentinamente: l’intesa così naturale che, in tanti anni vissuti insieme, aveva instaurato con la moglie si trasforma in imbarazzo, in disagio malcelato. Prevale in lui la voglia di rivivere il passato, accantonato in una soffitta impolverata e inesplorata. Ma è soprattutto Kate ad andare in crisi: assalita da sotterranee insicurezze e postume gelosie per quello che è solo un fantasma del passato, vede tutto disgregarsi attorno a sé: le convinzioni di una vita, le consuetudini di un matrimonio, 45 anni di relazione. Teme di non essere stata amata come ha sempre pensato.

D’altro canto, commenta Marcello Moriondo, organizzatore del cineforum, «si sa che quando l’abitudinario rapporto di coppia, con le sue sicurezze, le sue convinzioni e il suo passivo passaggio attraverso il tempo, è turbato dall’improvvisa irruzione di un passato finisce che il castello di fiducia reciproca si sgretola miseramente. Così Kate inizia a nutrirsi di sospetti e si getta alla ricerca di rivelazioni che forse sarebbe meglio lasciare nell’oblio».

Costretti a fare i conti con 45 anni di vita in comune, Kate e Geoff arriveranno a festeggiare il loro anniversario?

A interpretare, magistralmente, questa coppia di sposi in crisi alla soglia del 45esimo sono stati chiamati due dei maggiori attori del secolo scorso: Tom Courtenay, icona del cosiddetto “free cinema” britannico, interprete teatrale e paladino dei diritti civili, e Charlotte Rampling, rincorsa per anni dai registi impegnati, da Luchino Visconti a Liliana Cavani e Gianni Amelio, da Nagisa Oshima a François Ozon.

 

 Cineforum “Lunedì al cinema”, a cura di Marcello Moriondo
Proiezione del film 45 anni
di Andrew Haigh, con C. Rampling e T. Courtenay

Gran Bretagna, 2015

Lunedì 28 novembre, ore 21.00
Presso UCI Cinemas Pioltello, Viale S. Francesco, 33

Ingresso 4 euro

A cura di Serena Perego

(Visited 114 times, 1 visits today)

Be the first to comment on "Cineforum: “45 anni”, un film sull’amore e lo scorrere del tempo"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com