“Un’estate in Provenza”, commedia con Jean Reno sul rapporto tra nonni e nipoti, conclude la stagione autunnale del cineforum

In questi giorni di freddo intenso, per l’ultimo film della stagione autunnale del cineforum all’Uci Cinemas, lunedì 5 dicembre, il curatore Marcello Moriondo ci riporta indietro all’estate, un’estate nella campagna provenzale accarezzata dal maestrale.

Un’estate in Provenza è quella che trascorreranno in vacanza dai nonni Léa, Adrien e il fratellino Théo, sordo dalla nascita. I loro genitori stanno per divorziare e non trovano di meglio che “parcheggiare” i loro figli dai nonni materni. Non è certo la vacanza dei loro sogni e lo scontro generazionale diventa inevitabile. I due più grandi, ormai adolescenti, non sono affatto felici di ritrovarsi alloggiati da un nonno olivicoltore burbero e scorbutico (Jean Reno) che nemmeno conoscono, dato che ha tagliato i ponti con loro madre, e una nonna (Anna Galiena) nostalgica della propria giovinezza hippie. Come se non bastasse, la casa è in mezzo al nulla, il cinema più vicino è a dieci chilometri di distanza e la televisione è bandita. Ma ben presto il passato tempestoso di nonno Paul si riaffaccia e i trasgressivi anni Settanta fanno ritorno sullo sfondo incantevole della Provenza, mettendo in luce il suo lato più umano e affettuoso. Ecco allora che le differenze tra la vita di città e di campagna si annullano e le due generazioni possono finalmente incontrarsi, dando vita a una vacanza indimenticabile.

Così il critico Moriondo commenta questa pellicola incentrata sull’incontro-scontro generazionale tra nonni e nipoti: «la regista Rose Bosch racconta il tutto con i tempi, la fotografia e le musiche giusti: il lento scorrere del tempo in un paesaggio di sogno tutto colorato, con i non più giovani accompagnati da Forever young di Dylan e The sound of silence di Simon & Garfunkel per la sordità del fratellino minore. Ma tutta la colonna sonora è in tema con le immagini. Certo, un po’ ruffiana, spesso a misura dei nonni e molto summertime, ma gradevole all’ascolto: Venus dei Shocking Blue, Sea of love di Cat Power, Knockin on heaven’s door di Bob Dylan. E ancora: Deep Purple, Let the sunshine in dal musical Hair, In the summertime, Prelude dalla Carmen di Bizet, i Coldplay e molti altri. Peccato per il solito storpiamento del titolo originale, Avis de mistral, preannunciante il tipico vento provenzale, cioè l’arrivo dei ragazzi o l’imminente reazione del nonno. Che poi, se analizziamo il rapporto tra il bravo Reno e il piccolo Théo, non si può dire che sia una reazione proprio negativa».

Perfetta per chi già sogna la prossima estate, questa assolata commedia saprà certamente far dimenticare l’inverno e, soprattutto, scaldare il cuore.

Proiezione del film Un’estate in Provenza
di ROSE BOSCH, con JEAN RENO, ANNA GALIENA
Francia 2014, 105′

Lunedì 5 dicembre, ore 21.00
Presso Uci Cinemas Pioltello, Viale S. Francesco, 33
Ingresso 4 €

 A cura di Serena Perego

(Visited 90 times, 1 visits today)

Be the first to comment on "“Un’estate in Provenza”, commedia con Jean Reno sul rapporto tra nonni e nipoti, conclude la stagione autunnale del cineforum"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com