Istituto Machiavelli: il bilancio di Cristina Comini, da un anno preside della scuola

E’ passato ormai un anno da quando Cristina Comini  è diventata  preside del Machiavelli. Stiamo parlando dello storico istituto cittadino che oltre ai due licei, classico e scientifico, comprende anche due indirizzi professionali, sociosanitario e commerciale.

“E’ una scuola molto attiva, gli insegnanti sono tutti motivati e c’è tanto spazio per la creatività” le parole della dirigente, particolarmente soddisfatta della qualità dei servizi e delle attività aggiuntive che da sempre costituiscono il tratto distintivo della scuola.

Tante le iniziative degli ultimi mesi, ma anche le novità: gli acquisti tecnologici  (tra cui Lim e nuovi pc), il rifacimento del laboratorio informatico nella succursale, il lavoro per competenze, i monitoraggi per tenere sotto controllo il rapporto tra i vari percorsi di studio e gli sbocchi lavorativi o universitari.

E poi c’è il recente trasferimento del liceo classico in sede che, dopo le prime scosse di assestamento (specialmente in termini di spazio), si è rivelato una mossa vincente. “Quest’anno abbiamo deciso di formare una sezione Alfa, composta sia da alunni del classico che dello scientifico” spiega la Comini.“I primi da soli sarebbero stati pochi, così gli alunni restano insieme per le materie comuni mentre vengono divisi per quelle specifiche di indirizzo”. E in effetti anche questa si è rivelata ottima scelta:  lo standard delle discipline letterarie e di quelle scientifiche si è elevato e molti genitori iniziano a puntare su questa nuova formula per i loro figli.

Ma a dire il vero anche l’indirizzo sociosanitario del professionale ha visto un bel miglioramento grazie all’introduzione di una nuova sezione in prima e all’avvio dei corsi di LIS, Braille e Clownterapia.

Il commerciale resta il percorso meno ambito, soprattutto da quando hanno tolto la qualifica e molti giovani scelgono ragioneria” continua la preside, “ma per essere  in crisi il nostro indirizzo è comunque al secondo posto per sbocchi lavorativi e abbiamo intenzione di inserire l’Ecdl nelle ore curriculari”.

Una seconda lingua straniera, poi, verrà inserita nelle classi prime dei licei. Cineforum, scrittura giornalistica giovanile e Bookcity  sono solo alcuni esempi di iniziative portate avanti egregiamente dall’istituto. E la risoluzione del problema dei trasporti, qualche settimana fa, completa l’opera: non un cambiamento drastico bensì una redistribuzione degli orari per venire incontro agli studenti.

Insomma, si preannuncia un 2017 con lode.

a cura di Francesca Lavezzari

(Visited 153 times, 1 visits today)

Be the first to comment on "Istituto Machiavelli: il bilancio di Cristina Comini, da un anno preside della scuola"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com