Referendum per l’autonomia della Lombardia: si vota domenica 22 ottobre dalle 7 alle 23

Con il Decreto del Presidente della Regione Lombardia n. 745 del 24 luglio 2017 sono stati convocati per domenica 22 ottobre 2017 i comizi per un referendum consultivo previsto dall’articolo 116, terzo comma, della Costituzione.
Potranno partecipare al referendum tutti gli elettori iscritti nelle liste valide per le elezioni del Consiglio Regionale.

Le operazioni di voto avranno inizio alle ore 7 di domenica 22 ottobre 2017 e termineranno alle ore 23 dello stesso giorno.

L’elettore voterà come di consueto nel proprio seggio elettorale, ma la tradizionale scheda cartacea sarà sostituita da un dispositivo digitale definito “voting machine” (tipo tablet). Il voto si esprimerà scegliendo tra le opzioni SI’, NO, SCHEDA BIANCA. In questo tipo di referendum non è previsto un quorum, cioè un numero minimo di votanti affinché il referendum sia valido.

Il quesito referendario

Questo il testo della domanda che il 22 ottobre gli elettori troveranno sulla scheda, a cui dovranno rispondere SI’ o NO o scegliere per “scheda bianca”.

“Volete voi che la Regione Lombardia, in considerazione della sua specialità, nel quadro dell’unità nazionale, intraprenda le iniziative istituzionali necessarie per richiedere allo Stato l’attribuzione di ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia, con le relative risorse, ai sensi e per gli effetti di cui all’articolo 116, terzo comma, della Costituzione e con riferimento a ogni materia legislativa per cui tale procedimento sia ammesso in base all’articolo richiamato?”

Cosa succede se vince il SI?
Regione Lombardia avvierà il percorso istituzionale per ottenere maggiore autonomia, vale a dire più competenze e più risorse, nell’ambito del cosiddetto RESIDUO FISCALE, ovvero la differenza tra le tasse pagate allo Stato e quanto lo Stato restituisce sul territorio. Le competenze che possono essere richieste sono numerose e importanti e spaziano dall’istruzione alla ricerca, alla tutela della salute, all’ambiente e fino al coordinamento della finanza pubblica e ai rapporti internazionali (vedi anche al punto 7 “Quali sono le materie su cui la Lombardia può chiedere più autonomia”), mentre le maggiori risorse verrebbero individuate nell’ambito massimo del RESIDUO FISCALE della Lombardia, ovvero 54 miliardi di euro (vedi anche al punto 9 “Che cos’è il RESIDUO FISCALE? Quali sono le maggiori risorse previste dal quesito referendario?”).
Il negoziato si concluderà con un’intesa con il Governo e quindi con la presentazione di un disegno
di legge al Parlamento che ratifichi con una legge rinforzata l’intesa raggiunta.

 

(Visited 26 times, 1 visits today)

Be the first to comment on "Referendum per l’autonomia della Lombardia: si vota domenica 22 ottobre dalle 7 alle 23"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com