Tante iniziative per la “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne” nella settimana appena trascorsa

L’amministrazione guidata dalla sindaca Ivonne Cosciotti si è dimostrata molto sensibile al tema della violenza nei confronti delle donne: in occasione della “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne”, il 25 novembre, ha infatti organizzato una serie di iniziative gratuite nel corso di tutta la settimana, con l’obiettivo di sensibilizzare tutti verso questo tema, perché, «nonostante se ne parli continuamente, sono sempre di più le donne violate, maltrattate e uccise da uomini senza scrupoli, né umanità, che decidono per la vita e per la morte di donne indifese, che li amano al punto da morire per una colpa che non hanno commesso», come hanno affermato all’unisono la sindaca Ivonne Cosciotti e Jessica D’Adamo, assessora alle Politiche giovanili, Scambi culturali e Cooperazione internazionale, Pari opportunità, Sport, Cultura, Biblioteca e Tempo libero.

Per denunciare l’orrore del femminicidio, tutta la settimana il Comune è stato illuminato di rosso.

Su proposta dell’Assessorato alle Pari opportunità sono state inoltre installate in sei piazze cittadine 36 sagome rosse di donne, recanti brani tratti da racconti e versi di poesie e accompagnate da scarpette rosse. Purtroppo, poco dopo la loro installazione, le sagome sono state vittime di un attacco vandalico: più della metà sono state spezzate, staccate e rubate. L’episodio ha suscitato molta indignazione: le donne di Pioltello sui social hanno subito lanciato la proposta di raccogliere le sagome spezzate, aggiustarle con nastri e cerotti e rimetterle in piedi; «del resto è quello che fanno le donne: ferite e ammaccate si rialzano comunque». A rispondere all’appello è stato subito il Comune, mettendo in campo un gruppo di volontari – tutti uomini – che nel giro di poche ore hanno rimesso in piedi gran parte delle istallazioni, che, incerottate con del nastro adesivo, hanno assunto un valore simbolico ancora più forte. Ma non è tutto: dalle donne pioltellesi è arrivata anche la proposta di sostituire alle immagini cartonate delle donne vere per un flash mob improvvisato.

Così alle iniziative già in programma – la proiezione, martedì, al cineforum dell’UCI Cinemas, del film North Country- storia di Josey, tratto dalla vicenda vera di una donna che trova il coraggio di fare causa alla miniera in cui lavora, subendo terribili umiliazioni e molestie da parte dei colleghi, e la pièce di teatro musicale Non ce ne importa niente, con il famoso trio vocale Le sorelle Marinetti (Nicola Olivieri, Matteo Minerva e Marco Lugli), venerdì, in una Sala Consiliare gremita di persone, si sono aggiunti, sabato, ben tre flash mob.  I primi due si sono svolti la mattina, uno presso Piazza Don Milani, a Limito, organizzato da un gruppo di cittadine pioltellesi, e l’altro in Piazza del Mercato, a cura delle associazioni “Blimunde” e “ConteatroVivo”, che ha messo in scena una performance teatrale sui temi dello stalking sul web, della violenza domestica e della prevaricazione sulle donne in ambito lavorativo. Il terzo flash mob, organizzato dall’Amministrazione stessa, si è tenuto il pomeriggio, alle 16. 30, in Piazza Dei Popoli. Alla presenza della Sindaca, che ha portato dei nastrini rossi da distribuire, e dell’assessora D’Adamo, un folto gruppo di cittadini, tutti con indosso qualcosa di rosso e animati dalla volontà di manifestare il loro no alla violenza contro le donne, si è radunato sulle gradinate davanti al Comune, dove sono state scattate delle foto. La manifestazione è proseguita in Biblioteca, con l’incontro “Attività di sensibilizzazione e contrasto alla violenza sulle donne”, a cui hanno partecipato anche Lia Lombardi dell’Associazione “Blimunde”, che ha illustrato le attività dello “Sportello Donna”, Stefania Bartoccetti di “Telefono Donna” e gli attori di “ConteatroVivo”, che hanno ripetuto la performance teatrale mattutina. Per l’occasione, la Biblioteca ha messo in esposizione libri a tema e contro gli stereotipi di genere, utilizzati anche nelle scuole.

A concludere la serie di iniziative è stato lo spettacolo Nemmeno con un fiore, della compagnia  “Teatro Evento”, andato in scena domenica sera in Sala Consiliare.

Film, libri, dibattiti, musica, canto e teatro, perché, come ha giustamente affermato l’assessora D’Adamo: «il potere della cultura può fare molto per veicolare i messaggi positivi, che devono giungere in maniera trasversale a tutti: la lettura di un libro, la visione di uno spettacolo, l’ascolto di un concerto, sono tutte occasioni di riflessione che devono permettere a ciascuno di noi di approfondire il tema, non di evitarlo, perché spesso si pensa che non ci riguardi da vicino, mentre la cronaca quotidiana ci conferma che non è così».

A cura di Serena Perego

(Visited 71 times, 1 visits today)

Be the first to comment on "Tante iniziative per la “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne” nella settimana appena trascorsa"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com