Consigli anti-truffa per gli anziani

Difendersi dalle truffe è possibile, basta chiedere subito aiuto e  mettere in atto alcuni consigli pratici. Questo il tema dell’incontro di mercoledì scorso presso il centro anziani di Limito dove  il comandante Pietro Fasano si è rivolto al pubblico presente insieme all’assessore ai Servizi Sociali, Antonella Busetto e al presidente del centro, Flavio Cavallon per parlare di truffe e soluzioni per evitarle.

Tanti esempi pratici, tratti dalle situazioni quotidiane, e altrettanti i suggerimenti per non cadere vittima dei piccoli delinquenti che si stanno moltiplicando in città. Persone abili nel fingersi qualcun’ altro e che grazie a un bel sorriso e modi affabili riescono con facilità a varcare la soglia di casa degli anziani più ingenui.

A detta del comandante, quindi, non basta evitare di aprire la porta agli sconosciuti ma è necessario, prima di tutto, creare una rete di relazioni tra parenti, amici e vicini di casa così da non sentirsi soli davanti a un pericolo certo o supposto.

Tra gli inganni più frequenti, quello di  fingersi operatori energetici e dover quindi effettuare un controllo agli impianti domestici “per la sicurezza degli inquilini”. Ma  anche le truffe telefoniche non scherzano senza contare quelle ad opera di presunti venditori porta a porta che, una volta entrati in casa, approfittano di un momento di distrazione per derubare il malcapitato.

“Appena si ha un qualsiasi minimo dubbio, bisogna allertare subito le forze dell’ordine chiamando  il 112 o digitando il numero della tenenza cittadina – ha detto Fasano-  Noi sappiamo tutto sull’identità delle persone che devono realmente fare il giro degli appartamenti per lavoro ed è facilissimo quindi smascherare i malintenzionati”.

A cura di Francesca L.

(Visited 85 times, 1 visits today)

Be the first to comment on "Consigli anti-truffa per gli anziani"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com